Raspberry Pi per tutti … o quasi!

Raspberry-Pi-ict-group

Il Raspberry Pi è un single-board computer (un calcolatore implementato su una sola scheda elettronica) sviluppato nel Regno Unito dalla Raspberry Pi Foundation. Attualmente, viene venduto in due versioni, al prezzo di € 23,89 (Model A) ed € 32,40  (Model B).

L’idea di base è la realizzazione di un dispositivo economico, concepito per stimolare l’insegnamento di base dell’informatica e della programmazione nelle scuole.

Qualche mese fa è stata annunciata una revisione del PCB. Novità principali della scheda sono la capacità di ricevere l’alimentazione tramite un Hub USB alimentato e la disponibilità del debug via JTAG; come novità minori si ha la correzione di un difetto di collegamento tramite HDMI (lasciando il Raspberry Pi non alimentato su una catena HDMI, potevano insorgere problemi nell’utilizzo delle funzionalità Consumer Electronics Control per gli altri dispositivi), il circuito di reset è stato rinnovato, è stato aggiunto un connettore di espansione addizionale, aggiunti i fori di montaggio e apportate correzioni alla serigrafia. Sono inoltre presenti cambiamenti ai GPIO e ai canali I2C[33] Si noti che la dicitura “Raspberry 2.0″ comparsa in alcuni siti è concettualmente sbagliata: le modifiche apportate comportano unicamente la correzione di alcuni dettagli progettuali, nulla che giustifichi l’incremento nel numero di versione da 1.0 a 2.0, come riportato anche nel sito del produttore. La scheda ha semplicemente subito una revisione al circuito che sistema problemi minori, come riportato anche sul sito del produttore: infatti, è il circuito stampato che è alla seconda versione, non la scheda nel suo complesso che mantiene gli stessi identici componenti.

Pi-board-ict-group

Il Raspberry è un piccolo computer costruito su una scheda elettronica delle dimensioni di una carta di credito. Nello spazio di circa 46 cm quadrati è presente tutto l’hardware.

La fondazione distribuisce due modelli, entrambi dotati di 256 megabyte di RAM. Il Model A (inizialmente previsto con una dotazione RAM dimezzata) ha una porta USB ed è privo di controller Ethernet, mentre il Model B é equipaggiato con due porte USB ed un controller Ethernet 10/100,  512 Megabytes di RAM.

Sebbene il Modello A non abbia una porta Ethernet RJ45, può comunque accedere a una rete attraverso la porta USB, facendo uso di adattatori Ethernet o Wi-Fi con alimentazione autonoma. In maniera analoga ai moderni computer, Raspberry Pi è compatibile con tastiere e mouse generici collegabili tramite porta USB.

Raspberry Pi usa il sistema operativo Linux. È previsto in futuro che Raspberry sia distribuito in bundle con Debian GNU/Linux, Iceweasel, Calligra Suite e Python.

Raspberry PI non è fornito di un real-time clock, così un sistema operativo deve usare un network time server, o chiedere l’ora all’utente al bootstrap per avere accesso a data e ora per la marca temporale. Tuttavia è facile aggiungere un real time clock (come il DS1307) con batteria tampone, attraverso l’interfaccia I²C.

Raspberry Slice Case Group1

Raspberry-Pi-ict-group-2

 

Speak up! Fateci sapere cosa ne pensate.